LeMur_visitaOlivi1

LeMur di Ala: è “made in Trentino” il primo filato siliconico al mondo

dic 15 • Industria, Innovazione, Notizie, Rassegna stampa • 1359 Views • Nessun commento

FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Dopo anni di ricerca per la prima volta al mondo LeMur è riuscita dove grandi aziende multinazionali non ce l’hanno fatta: l’azienda con sede ad Ala, in Trentino, ha infatti trovato il modo per filare il silicone con un processo industriale ottenendo un prodotto con il quale si possono realizzare tessuti dalle svariate applicazioni, grazie alle sue proprietà di resistenza al calore e alla fiamma, ai raggi ultravioletti e all’umidità. “Muriel”, questo il nome del filato siliconico coperto da brevetto internazionale, si è aggiudicato il prestigioso premio “Future Materials Awards” nella categoria “Best innovation for protective textiles”. Un traguardo giunto al termine di un impegnativo progetto di ricerca cofinanziato dalla Provincia autonoma di Trento e che ha visto la partecipazione dell’Università degli Studi di Trento, della Fondazione Bruno Kessler e dei centri di ricerca tedeschi ITV di Denkendorf e Fraunhofer Institute. Importante anche il sostegno di Trentino Sviluppo che due anni fa, con un’operazione di leasing immobiliare, ha consentito all’azienda di ampliarsi ed investire risorse nell’avvio di un impianto pilota unico al mondo.

Nel pomeriggio di ieri ho avuto modo di visitare l’azienda ed apprezzare i risultati del progetto di ricerca.

Siamo al cospetto di una realtà imprenditoriale sulla quale la Provincia di Trento ha creduto, aiutandola ad ampliarsi e a sviluppare la propria parte immobiliare, vincolando tale aiuto all’assunzione di precisi impegni per quanto riguarda gli investimenti in ricerca e sviluppo. Da qui è partito il progetto di ricerca, finanziato anche grazie ai fondi provinciali sulla ricerca applicata. Ora il ciclo si chiude con la presentazione di un prodotto che le permetterà di arrivare su nuovi mercati, generando ulteriori fatturati e quindi altri posti di lavoro.

Il risultato raggiunto da LeMur è l’esempio evidente di come il sistema di sostegno alla ricerca della Provincia di Trento stia trasformando un’azienda che operava in un settore tendenzialmente tradizionale, come quello tessile, in un’impresa ad altro potenziale di innovazione. La ricerca che vogliamo sostenere è proprio questa, quella cioè in grado di far compiere un deciso cambio di passo al sistema produttivo locale anche nei settori apparentemente più tradizionali e maturi.

Maggiori dettagli sullo stabilimento LeMur di Ala e sul brevetto “Muriel” nel comunicato stampa PAT.

Articolo pubblicato sul giornale l’Adige del 15/12/2015

ladige_lemur_15_12

Articolo pubblicato sul giornale Trentino del 15/12/2015

trentino_lemur_15_12

Articolo pubblicato sul giornale Corriere del Trentino del 15/12/2015

corriere del trentino_lemur_15_12

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)
FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »