giovani-apprendistato

Trentino apripista della scuola-industria: Con 17 milioni di fondi europei, dentro i privati. In Trentino i privati scendono in campo per i laboratori scuola-industria.

ott 6 • Innovazione, Notizie, Rassegna stampa • 723 Views • Nessun commento

FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

L’articolo di Angela Iuliano pubblicato su Italia Oggi del 6 ottobre 2015.

A settembre 2016 il debutto per gli studenti delle superiori. Trentino apripista della scuola-industria: Con 17 milioni di fondi europei, dentro i privati. In Trentino i privati scendono in campo per i laboratori scuola-industria.

Un vero e proprio quartiere di nuovi laboratori aperti agli studenti delle superiori, da settembre 2016, a Rovereto farà da ideale anello di congiunzione tra il mondo dell’ impresa e quello della scuola. Partito da 20 mesi con l’ inaugurazione dell’ edificio produttivo che già ospita circa 15 aziende, il progetto del Polo Meccatronica del Trentino è finanziato con 17 milioni di euro grazie allo stanziamento di fondi europei, deliberati ad aprile scorso dalla giunta provinciale, per costruire i laboratori. Mentre una task force ha fissato la road map per la loro realizzazione.

Macchinari e attrezzatura, per un valore complessivo che si aggira sui 4 milioni di euro, saranno disponibile da settembre prossimo, mentre altri 13 milioni saranno destinati alla costruzione di nuovi laboratori entro la fine del 2017. Ente di promozione imprenditoriale creato dalla provincia autonoma di Trento attraverso Trentino Sviluppo, eccellenza italiana che ha coinvolto la provincia, Agenzia Provinciale Opere Pubbliche, in collaborazione con l’ Università di Trento e la Fondazione Kessle, ‹‹il Polo Meccatronica si sviluppa all’ insegna della concretezza, della rapidità e con una precisa visione strategica››, spiega Alessandro Olivi, vicepresidente della provincia, ‹‹Metterà a disposizione del territorio un’ innovativa piattaforma produttiva che, grazie all’ ulteriore tassello dei laboratori, ci permetterà di mettere in connessione imprese e mondo della ricerca››. Un nuovo edifico di 6mila metri quadri accoglierà centri di ricerca, laboratori di aziende e luoghi di alta formazione in un contesto integrato. Realizzati i laboratori, seguirà l’ incubatore scolastico. Ma strategici saranno proprio i laboratori, osserva Olivi, ‹‹perché è lì che le esigenze delle imprese si incroceranno con le aspettative dei giovani formatisi nelle aule scolastiche e con le competenze messe a disposizione dai ricercatori. È infatti l’ interazione fra questi fattori la vera novità della meccatronica di Rovereto››. Un settore individuato esaminando i dati di Garanzia Giovani, ricorda il vicepresidente della provincia: ‹‹Ciò che salta agli occhi è che esistono dei settori che generano una domanda di lavoro molto maggiore di altri e un odi questi è quello della meccatronica. Non sempre questa domanda viene soddisfatta››. ‹‹Entro l’ autunno sigleremo nuovi accordi che andranno ad ampliare il numero delle imprese insediate nel Polo››.

Fulcro delle attività che vi si svolgeranno sarà la ProM Facility, un laboratorio di circa 1.000 metri quadri dotato delle più avanzate tecnologie per facilitare e abilitare l’ innovazione nell’ ambito del settore manifatturiero, in generale, e meccatronico, in particolare, per la prototipazione rapida e la stampa tridimensionale, anche con l’ utilizzo di leghe metalliche sinterizzate, così da realizzare prototipi innovativi su specifiche esigenze delle aziende. Verso un’ industria 4.0, la nuova frontiera della manifattura intelligente.

ITALIA_OGGI_06-10-2015

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)
FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »