whirl

Compendio Whirpool. La proposta di Vetri Speciali Spa

giu 20 • Industria, Lavoro, Notizie, Rassegna stampa • 816 Views • Nessun commento

FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Riprendendo la notizia del giorno riguardante l’ex stabilimento di Spini di Gardolo e l’offerta del gruppo industriale Vetri Speciali Spa per subentrare a Whirlpool nel compendio produttivo di proprietà di Trentino Sviluppo, va sottolineato come il percorso intrapreso rappresenti la sperimentazione di un nuovo modello per la promozione del patrimonio produttivo pubblico.

In questo passaggio è ancora prematuro trarre delle conclusioni sul progetto industriale, ma gli impegni che l’azienda proponente si assume sono importanti e concreti. Ora spetta a Trentino Sviluppo il compito di compiere tutti gli approfondimenti necessari per valutare sul piano tecnico la congruità e l’idoneità dell’offerta.

In appena due mesi è stato definito l’innovativo modello di promozione del patrimonio pubblico provinciale che mette al centro investimenti ed occupazione ha suscitato l’interesse di una grande ed importante azienda manifatturiera. Andremo a riqualificare un importante sito produttivo con zero costi a carico della pubblica amministrazione. E’ la dimostrazione che siamo sulla strada giusta e posso anticipare che questa sperimentazione verrà presto adottata anche su altri siti industriali.

Il compendio produttivo “ex Whirlpool” di Trento – una superficie complessiva di oltre 140 mila metri quadrati, con edifici per oltre 72 mila metri quadrati – nelle trattative condotte da Provincia e Trentino Sviluppo si era rivelato essere impegnativo per i gruppi industriali pur interessati ad avviare delle produzioni in Trentino. Da qui la nuova strategia immobiliare sperimentata dalla Provincia autonoma di Trento con il bando pubblicato il 20 aprile scorso e che scadeva alle ore 12.30 di venerdì 19 giugno. Rigettata l’ipotesi di cessione dell’area, ritenuta strategica per lo sviluppo di quel comparto urbanistico, si è scelto di trasformare il vincolo del “peso” immobiliare del compendio in un’opportunità, privilegiando l’opzione dell’usufrutto, preferita alla stessa locazione. In tal modo il gruppo industriale interessato ad insediarsi nel compendio non dovrà sostenere in fase di avvio ingenti investimenti nell’immobile, rischiando di esaurire la propria disponibilità finanziaria nella messa a punto del “contenitore”, potendo invece concentrarsi sui “contenuti”, ovvero sugli investimenti industriali ed occupazionali.

Gli articoli apparsi sui principali quotidiani locali:

- giornale Trentino: TRENTINO_20-06-2015

- giornale l’Adige: L’ADIGE_20-06-2015

- Corriere del Trentino: CORRIERE_DEL_TRENTINO_20-06-2015

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)
FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »