Nuovi interventi per i centri storici

dic 19 • Commercio • 1085 Views • Nessun commento

FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

La scorsa settimana abbiamo approvato i nuovi criteri per la concessione dei contributi per eventi ed iniziative di qualificazione e valorizzazione dei luoghi storici del commercio. Questa decisione si colloca nell’ambito della riforma del settore (legge provinciale 17 del 2010) che intende il commercio come un motore di sviluppo dentro i tessuti urbani e un fattore di difesa e di tenuta, anche sociale, nelle zone più lontane e svantaggiate.
In questo quadro il ruolo dei consorzi è considerato decisivo.
Alle iniziative realizzate nei centri storici si affida anche la funzione di far conoscere identità e tipicità del tessuto commerciale, di ridurre lo svantaggio competitivo dell’offerta rispetto a quella dei centri commerciali e di fungere da strumento di aggregazione sociale.
La difficile congiuntura economico-finanziaria e la forte contrazione delle risorse a disposizione dell’ente pubblico ci obbligano ad individuare nuove soluzioni per permetterci di “fare meglio con meno”. È per queste ragioni che, nella prospettiva di una maggior selettività dell’intervento pubblico, i nuovi criteri si propongono di stimolare interventi maggiormente qualificati e al tempo stesso di sostenere eventi, seppur di lieve entità, anche nei Comuni più piccoli.
Il sostegno a tali iniziative si inserisce nell’ambito di un disegno complessivo in favore dei centri storici. Si pensi ai recenti provvedimenti che hanno previsto la riduzione dei vincoli relativi alle dotazioni di parcheggi pertinenziali per gli insediamenti degli esercizi commerciali nei centri storici e l’esenzione totale degli oneri finanziari prima previsti in caso di documentata impossibilità di realizzare le opere. Si pensi poi alle modifiche normative del mese di settembre che hanno previsto la totale deprogrammazione per l’insediamento delle attività commerciali all’interno dei centri storici di tutti i comuni della nostra Provincia.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)
FacebookTwitterGoogle+PinterestWhatsAppWordPressEmail

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »